E come Europa

L’8 e il 9 giugno 2024 si andrà a votare non soltanto per rinnovare il Consiglio Comunale di Casale, ma anche per le elezioni regionali ed europee.

A livello nazionale e locale, però, quasi nessuno in questo momento affronta le questioni specifiche legate alle responsabilità, alle prerogative e alle prospettive dell’Unione Europea.

Per fortuna, a Casale e in Monferrato esistono da alcuni anni gruppi di giovani ed esperienze di cittadini che sentono fortemente la cittadinanza europea e lavorano per costruire un clima e un contesto di conoscenza e di consapevolezza su diverse tematiche che collegano in modo virtuoso la nostra città alla UE.

La strada scelta è quella giusta e fa ben sperare che le nuove generazioni non si facciano risucchiare dalle sterili discussioni sui limiti della politica europea, certo esistenti data la complessità degli scenari economici e geopolitici attuali, ma cerchino di conoscere le straordinarie opportunità che il bilancio europeo mette a disposizione delle città per la loro rigenerazione.

Non possiamo dimenticare che gran parte delle esperienze positive che Casale ha fatto in passato sono state ispirate dalla cultura europea che permea ogni elemento della nostra tradizione.

Il Piemonte e la Pianura Padana in generale non possono che essere pensati all’interno di un grande progetto di unità economica e politica eurounitaria.

Il PNRR e i Fondi di coesione ci chiedono una nuova maturità politico-istituzionale, a cui la nostra coalizione vuole arrivare preparata.

L’invito, dunque, è di considerare questo aspetto centrale anche nelle elezioni amministrative: senza Europa non ci sarà nemmeno un futuro per Casale!

Share This