G come Giovani

Parlare di giovani a Casale vuol dire fare i conti con una minoranza sempre più ristretta della popolazione della città e, più in generale, affrontare il grande tema di come vengono trattati i giovani in Italia.

Siamo un paese in cui gli adulti tendono a comprimere i giovani in una dimensione di recinto, limitando la loro autonomia e trattandoli con sufficienza e paternalismo. Nessuno accetta di invecchiare e, quindi, non si diventa mai veramente portatori di una dimensione di responsabilità verso le nuove generazioni.

Ciò che stiamo cercando di fare nella coalizione civica Casale Davvero è costruire un’alleanza intergenerazionale tra giovani e adulti, con lo scopo di condividere un piano complessivo sulla città e, contemporaneamente, una visione centrata sul mondo giovanile e non su quello della generazione dei boomers che domina stabilmente le scelte strategiche della società italiana.

Vogliamo che Casale diventi una città per giovani non soltanto con luoghi di incontro e spazi aperti a tutte le culture e sensibilità, ma anche con una responsabilità nei loro confronti: la mobilità, la scuola, le opportunità di start up, la sostenibilità ambientale ed energetica, la bonifica integrale dell’amianto, una politica per le case per giovani coppie.

Il Comune deve riprendere ad assumere giovani che diventino la prossima classe dirigente burocratica e amministrativa; occorre ripartire da un censimento dei bisogni fondamentali proprio di quei soggetti che oggi sono marginali, ma che rappresentano il futuro.

In caso contrario continueremo a lamentarci della micro criminalità giovanile e del fatto che le nostre zone sono diventate territorio dell’abbandono.

Costruiamo insieme un progetto serio e non diamo per scontato di avere noi adulti l’ultima parola. Per questo motivo siamo molto dispiaciuti che alcuni abbiano preso di mira i giovani più rappresentativi della nostra coalizione. Si coglie un atteggiamento davvero molto saccente e chiediamo di evitare di usare metodi di critica di questo genere. Semmai lo stile dovrà essere di rispettare i giovani di entrambi gli schieramenti, cercando di essere quello che purtroppo tante volte in questo paese gli adulti non sono: un buon esempio.

Il Risorgimento, la Resistenza e la ricostruzione del Paese in Italia sono stati fatti in gran parte dai giovani; siamo convinti che anche questa nuova pagina della storia di Casale sarà scritta con l’inchiostro delle emozioni e delle energie di tante ragazze e ragazzi.

Share This